CRISTINA E ARIEL


Regalarmi queste dieci lezioni da lei sono state il regalo più bello che i miei genitori potevano farmi... non ho mai chiesto nulla, ne una vacanza ne una cosa in particolare... Ma loro hanno capito quanto ci tenevo a venire da lei, a vivere questa esperienza con Ariel, e hanno fatto questo "sacrificio economico" solo per noi. Ho imparato tanto da questa esperienza, ho conosciuto una persona fantastica e una cagnolina dolcissima (Indy) che mi è dispiaciuto non salutare oggi. Le auguro tutto il bene di questo mondo. Se lo merita!!!. Grazie di tutto, con affetto... a presto,  Cristina e Ariel.

------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

NDR. Mi permetto di aggiungere(per la prima volta), qualcosa: quella che scrive è una ragazza di 21 anni, quindi ben più giovane dei miei figli. Si ricordino, i miei "colleghi" che noi non siamo degli addestratori, noi lavoriamo con e PER i conduttori, per migliorare il loro rapporto col cane... a poco serve far sedere un animale se lo fa per costrizione! Se il vostro desiderio è quello di andare a casa non stanchi, cambiate lavoro oppure, continuate a crogiolarvi perchè, uno su cento dei cani che avete ADDESTRATO avrà vinto un concorso ( e magari adesso è chiuso nel serraglio) ma non lamentatevi se, nonostante i vostri prezzi da saldi, la gente continua a dare fiducia a chi, con poche parole ma tanto, tanto amore, ha continuato a cercare di capire qual'è la magia che fa si che i cani sanno senza chiederglielo cosa devono  fare e cerca di trasmettere questa "magia" a tutti quelli che lo conoscono. E' nostro dovere "calarsi nei panni" di chi questo rapporto non ce l'ha e non considerare "stupidi" quelli che non riescono a capire il loro cane. Troppo facile (dopo aver preso i soldi e aver terminato un corso) dire: "la colpa è vostra, non siete capaci"! (non vi siete mai domandati come mai si sono rivolti a voi?) L'antipatico ma sincero, Giancarlo Gianelli.